SIDEBAR

Come gli assorti sguardi

0 comments
nov 05 2016

Vorrei che un artista di altri tempi mi intarsiasse nella tua pelle, come le belle acconciature dei marmi, le flore dei capitelli, le ricche e folte barbe le esili decorazioni dei calzari. Come i simboli e gli stemmi che sporgono dalle armature, i tronchi levigati, le pieghe delle vesti. Come gli assorti sguardi degli dei.

Leggi ancora

Al vuoto

0 comments
nov 05 2016

Mi rese anche materia e la natura, terminato il tempo, mi scisse dal grembo materno. Mi rese folgorata dalla passione poi, per salvaguardarmi, recisi il legame e mi trovai sola per crescere con il mio essere. Mi rese come un vaso, colmo di dolore per diventare donna e mi allontanai così dal focolare che stava bruciandomi. Mi rese morta per rendermi spirito. Mi collegai al vuoto.

Leggi ancora

Con “Das Rheingold act1″ di Wagner

0 comments
nov 05 2016

Era il mondo dell’inascolto..ma, da una sinfonia di tromba nacque del rosa Lentamente veloce il movimento della mano parló muto… lasciando fuoriuscire la lirica femminile. Come spuma di Venere dal mare. La luce del sole entró nella pelle nelle notturne ore appena deste Così forte e contrastante da turbare l’animo di un saggio Le fiamme blu cominciarono a possedere il magma del ventre La fertilità cominció ad annegare chiunque incontrasse nel suo cammino Nacque così nuovamente la prima pianta sensibile alla parola dell’ascolto. Le acque smisero di centrifugare dentro se stesse; cominciando ad amalgamarsi al mondo cominciarono a vivere e […]

Leggi ancora

Blu della pelle

0 comments
mag 18 2014

Blu della pelle Ritornai in quella terra dopo il secondo arretrare e dopo la seconda intuizione del desiderio di Sapienza. Mi ravvidi della fortuna che avevo di starmene ancora nella compagnia della mia solitudine. Le acque salate, lunghe lastre e scorrevoli trasparenze in vetro si lasciano contemplare dalla breve distanza della polvere calda. Un tempo indefinito scorreva tra le fessure delle dita, mentre la vita dell’Ora attendeva dentro quel blu della pelle. Le acque salate, lunghe lastre e scorrevoli trasparenze in vetro si lasciano contemplare dalla breve distanza della polvere calda.

Leggi ancora